Echo Giants Mage [Deck-Tech n°4]

Echo Giants Mage, Deck Tech

Salve a tutti lettori della Repubblica, l’unico luogo dove Murloc e granchi affamati convivono in pace e democraticamente.

Il mazzo di cui voglio parlarvi oggi è basato sulla mia carta di Hearthstone preferita in assoluto: Eco di Medivh.

Questa carta è molto particolare: il suo effetto è un potente motore di vantaggio carte, ma richiede di avere un buon board prima di essere usata. I suoi migliori amici sono i servitori a basso costo. E cosa c’è di meglio di un servitore a costo zero? No, non sto parlando di Fuoco Fatuo… Nemmeno di Murlocchino… Sto parlando di Gigante di Magma! Infatti questo gigante ha un ottima sinergia con Eco di Medivh e sopratutto con Blocco di Ghiaccio, che ci permette di giocarli a basso costo e senza rischiare di morire!

Echo Giats Mage deck tech gigante di magma
Lo stile di gioco del mazzo si avvicina molto al Freeze Mage, con cui condivide appunto molte carte. Rispetto a quest’ultimo ha dei vantaggi e degli svantaggi, analizziamoli insieme…

Il vantaggio principale dell’Echo Mage è il suo matchup positivo contro Control Warrior, notoriamente quasi impossibile da affrontare per il Freeze Mage. Posso assicurarvi che giocando Echo Mage sarà uno dei matchup migliori, grazie ai nostri motori di vantaggio carte (Eco di Medivh, Duplicazione).

Lo svantaggio principale invece è la sua debolezza contro sweeper (Bombe Fotoniche, Eguaglianza) che invece sono carte quasi inutili contro Freeze Mage.


Come si gioca questo mazzo? Beh, devo dire che ci vuole un po di pratica, sopratutto sul sapere quando giocare Eco di Medivh. Di solito i primi turni si giocano le carte anti-aggro che abbiamo a disposizione (Vate della Rovina, Pecora Esplosiva, Scienziato Pazzo) se ci troviamo contro mazzi aggressivi. Se invece siamo contro mazzi più lenti, giocheremo i nostri segreti e faremo poco altro. Parlando proprio di segreti, è mia convinzione che vadano giocati 2 Duplicazione e 2 Blocco di Ghiaccio, non un segreto di più. Questo perché è fondamentale che uno tra questi due venga fuori dallo Scienziato Pazzo. Durante il midgame giocheremo le nostre creature a costo 4-5-6 aspettando di poter attuare la nostra “combo”. La combo ideale si basa sull’avere poche vite, un Blocco di Ghiaccio, e in mano dei Giganti di Magma e Eco di Medivh. In questo modo a fine turno avremo in gioco diversi giganti con cui uccideremo l’avversario al turno dopo, non potendo lui uccidere noi! (vedi Blocco di Ghiaccio)

echo giants mage blocco di ghiaccio

Ma non è fondamentale attuare la combo per vincere, molto spesso basta usare Eco di Medivh su 2-3 creature forti per portare a casa la vittoria. La combo è solo un aspetto del mazzo.

Un’altra carta importantissima nel nostro Echo Giants Mage è Thaurissan, in particolare con Duplicazione. Infatti, duplicando Thaurissan, avremo in mano tanti servitori a basso costo, il che va molto d’accordo con Eco di Medivh. Come al solito sapere cosa duplicare è fondamentale.

echo giants mage thaurissan

Il mazzo per sua natura si trova sempre con poche vite, quindi é vitale gestire bene le cure che abbiamo a disposizione nel mazzo (Curabot Antico, Alexstrasza), ad esempio potremo cercare di moltiplicare i curabot. Alexstrasza in particolare ha anche un altro uso: può uccidere un avversario istantaneamente avendo solo due giganti in gioco.

Il mazzo dispone di diverse rimozioni di massa, purtroppo per i grandi servitori dobbiamo affidarci unicamente a Metamorfosi. Sarà quindi importante tenerle per i bersagli più importanti come Ysera, Tirion Fordring, Sylvanas Windrunner.

Adesso parliamo nello specifico di Eco di Medivh: sapere usare bene questa carta è fondamentale per la riuscita del mazzo.

Echo di Medivh Echo giants mage

  • Contro mazzi molto aggressivi spesso non si ha mai il tempo di giocarla, perché di solito usiamo tutti i cristalli per rimozioni e servitori. In questo caso quindi usatela appena possibile, ovviamente i migliori servitori da copiare sono Curabot Antico e Sputafango.
  • Contro mazzi midrange la carta diventa più importante, perché dobbiamo sia bloccare la sua aggressione sia evitare di andare sotto con le carte. L’ideale è copiare 3 servitori a costo 4-5-6. È importante però tenere d’occhio i punti vita e non perderne troppi per cercare di massimizzare l’eco.
  • Contro mazzi control é la carta che ci fa vincere: va usata sempre per ottenere un vantaggio insormontabile, cioè 4-5 servitori oppure una combo di giganti che ci permetta di vincere all’istante.

Altre carte che possono essere considerate sono: Intelletto Arcano, Dardo di Gelo, Guardia Furia del Sole, Difensore di Argus; ho testato ognuna di queste carte ma alla fine gli ho preferito altro. In particolare le carte per pescare (Intelletto Arcano, Accolito del Dolore) mi sono sembrate superflue avendo già come motore di vantaggio carte sia Duplicazione che Eco di Medivh. Invece le carte che forniscono provocazione, molto giocate in Handlock, qui sono utili solo con i giganti, negli altri casi risultano carte morte e per questo le sconsiglio.

Con questo si conclude il nostro deck tech! il mazzo è competitivo e molto divertente quindi provatelo! Per domande sono su Hearthstone: Johnny Rotten #2859.

Dio salvi Neptulon, presidente della Repubblica dei Murloc!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...