Maly-Rogue [Deck-Tech n°12]

Maly-Rogue Deck-Tech

Dov’è finita Valeera?! La sua evidente assenza nella ladder odierna ci fa ben intendere che, dopo l’uscita della Lega degli Esploratori, è stata ufficialmente scavalcata dallo Sciamano ed è diventata la classe meno giocata di Hearthstone. Non che fosse molto giocata prima, era appena sopra; ormai però, incontrarla in modalità classificata è una vera rarità. Ma non tutti i mali vengono per nuocere… Infatti le è stato fatto un dono, quello dell’imprevedibilità!

Quelle poche volte che si incontra il Ladro, la prima cosa a cui si pensa è l’Oil, che già di per sé è un deck dalle mosse che colgono di sorpresa; si potrebbe pensare anche ad un avventato aggro pieno di rantoli, o addirittura ad un Mill, o forse ad un Miracle, anch’esso dotato di mosse molto difficili da prevedere e in secondo luogo, giocherà Malygos o non lo giocherà?

Ecco cosa mi ha spinto a presentarvi il prossimo deck-tech, che non parla di nessuno dei mazzi che ho appena nominato; parliamo del Maly-rogue!

malygos art
malygos art

La mia lista:

malyrogue decklist
malyrogue decklist

Si tratta a tutti gli effetti di un control e in quanto tale non bisogna certo giustificare alcune presenze come il Curabot Antico, l’Esperto di Caccia, lo Sputafango e anche il Vate della Rovina che terrà buoni gli aggro più pressanti.

La strategia del mazzo è quella di controllare e quindi sopravvivere finchè nella vostra mano non avrete il nostro drago blu insieme ad abbastanza danni da vincere la partita, e questo può avvenire in più modi: o Thaurissan (fondamentale) ha scontato i nostri danni e quindi potremo fare tutto in un turno, oppure abbiamo Preparazione per scontare una nostra magia.

Il potere di questo drago è davvero sbalorditivo; la monocopia di Sinister Strike, la quale useremo per chiudere la partita farà la bellezza di 8 danni al costo di un misero mana, mentre Blade Fury sui nostri pugnali non potenziati infliggerà 6 danni a qualsiasi cosa.

Un errore in cui si può incorrere è giocare Malygos per poi fare tutto nel turno successivo, ma una giocata del genere è rischiosissima e se non volete mandare all’aria il piano è bene che lo facciate con la certezza che l’avversario non abbia modo di rimuoverlo.

Questo deck ha un notevole bisogno di pescare, per nostra fortuna le carte che ce lo permettono non mancano: abbiamo infatti i Ventagli, utili contro i paladini e aggro vari, uno Sprint da giocare possibilmente con Preparation, un Accolito e Azure Drake che ci fornisce anche un piacevole bonus di danni magici.

In seguito, notando che c’era bisogno di altre protezioni, ho optato per il Twilight Guardian; la lista non è certo piena di draghi ma giocato con calma, risulta essere fortissimo come sempre.

Arrivando al punto, questo è il deck che più vi permetterà di giocare sul fattore sorpresa, il meno giocato in assoluto tra tutti i mazzi del Ladro, vi farà vincere quando tutto sembra perduto. Il nemico difficilmente si aspetterà Malygos, al contrario avrà la certezza che da un momento all’altro userete il Tecnofluidificatore e cercherà di proteggersi a tutti i costi, probabilmente con un Taunt (che non ci disturba).

Non si tratta di un Tier 1, questo è chiaro, ma vi porterà un buon rateo di vittorie e il divertimento di giocare un mazzo originale che sa come confondere l’avversario.

valeera art
valeera art

Se volete farci sapere cosa ne pensate e seguire le uscite dei nostri articoli, seguiteci sulla nostra pagina Facebook!

 

Hungry Crab (abbasso quelle zozze ranocchie!)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...