Spoiler! Sussurri degli Dei Antichi [Hearthstone Spoiler – News]

sussurri degli dei antichi.gif

Eccoci con i primi spoiler ufficiali di Sussurri degli Dei Antichi, la nuova espansione di Hearthstone in arrivo che decreterà l’inizio della modalità standard!

Rimanete collegati a questo articolo se volete essere costantemente aggiornati!

spoiler sussurro degli antichiPolluted Hoarder: rantolo di morte: pesca una carta. Come sembrano preannunciare queste prime immagini, ci sarà una rivisitazione di alcune carte uscite nelle espansioni precedenti in versione malvagia. In più, vediamo come rantolo di morte sia un’abilità evergreen per la casa Blizzard. In questo caso, il Polluted Hoarder, corrisponde al fratello cattivo del a noi tanto caro Razziatore di Bottini. Rispetto alla sua controparte il polluted Hoarder è più grosso e feroce, valutazione complessiva: decente.

 

 

validated doomsayer sussurri dei antichi.pngValidated Doomsayer: all’inizio del tuo turno, setta l’attacco di questo servitore a 7. il suo fratellino è già una gran carta (Vate della Rovina), in apparenza, anche lui sembra essere molto buono, ma bisogna stare attenti! Come suo fratello più piccolo anche lui soffre molto il primo turno che scende in campo, rischiando di essere distrutto senza alcun drawback per il nostro avversario. Calarlo in early game può essere una buona strategia per aumentarne la potenza, o anche accompagnarlo da minion provocanti. Il suo potere inoltre gli permette di evitare riduzioni d’attacco, riportandolo costantemente a 7, ma occhio che se glielo aumenterete all’inizio del turno successivo sarà risettato a 7! Inoltre se silenziato sarà un’inutile 0/7, in conclusione lo reputo inferiore alla controparte buona.

corrupted healbot sussurri dei antichi.pngCorrupted Healbot: rantolo di morte: cura 8 all’eroe nemico. Come da copione, la controparte del Curabot Antico è aggressiva e anziché curare tu stesso cura il nemico, a primo impatto si direbbe un effetto non tanto comodo eh? Vista in questo modo la carta è al limite del giocabile, 6/6 costo 5 non è un gran vantaggio per il terribile rantolo di morte. D’altra parte però le combinazioni che può attuare sono molte, si rivela utile nel caso in cui il nostro avversario ha 30 o poco meno di vita, quando lo silenziamo, oppure può rivelarsi letale quando in campo abbiamo una Vestale Auchenai. Sostanzialmente però, a mio modesto avviso, si rivela troppo situazionale e poco concreto, vediamo se usciranno altre carte a dagli manforte su questo fronte!

 

Backoner of evil sussurri degli dei antichi.pngBackoner of Evil: grido di battaglia: dai al tuo C’Thun +2/+2 (ovunque esso sia). Qui vediamo, una dopo l’altra, due carte che si basano su una nuova meccanica, interamente concentrata in sinergia con C’Thun, il quale potrete vedere in fondo all’articolo. Cosa dire appunto di questa carta? Costo e statistiche corrispondono al Crocolisco di Fiume che, già di per sé, almeno in arena, può valere due tozzi di pane (magari non in costruito), in aggiunta, presenta anche un potere discreto. Io direi, sicuramente da provare!

 

 

twilight elder sussurro dei antichi.png

 

Twilight Elder: alla fine del tuo turno dai al tuo C’Thun +1/+1 (ovunque esso sia). Anche in questo caso ritorna la frase ovunque esso sia, evidentemente prerogativa di questa nuova meccanica. C’Thun verrà allora potenziato sia che si trovi nella vostra mano, sia che si trovi nel vostro campo di battaglia e sia che si trovi nel vostro mazzo, incredibile non è vero? Costo e statistiche corrispondono al Carroragno, fida bestia da combattimento, molto forte. Se il Twilight Elder rimane in campo per troppo tempo, quando poi C’Thun verrà calato, sarà la fine per il nostro avversario.

 

 

c'thun sussurro dei antichi spoiler hearthstone newa.pngC’Thun: grido di battaglia: infliggi tanti danni quant’è l’attacco di questo servitore divisi casualmente tra tutti i nemici. Ecco finalmente ciò che aspettavamo. Una bestia immonda dal potere immondo e dal costo di mana altissimo (e ovviamente Leggendaria). Calarlo fresco come una rosa ci garantirà solo 6 danni ai nostri nemici, ma se dovessimo averlo potenziato qualche volta in più del dovuto potrebbe regalarci la partita. Al momento non ci è dato sapere quante carte faranno per supportarlo, né la potenza di quest’ultime. Se dovessero continuare a mantenersi sulla linea delle due precedenti si può tranquillamente affermare che sarà una carta estremamente forte, ma al momento ci limiteremo a dire che ha delle enormi potenzialità.

Clicca qui per la pagina facebook!

[Continua sotto per gli aggiornamenti]

c'thun sussurri dei antichi.jpg
Freud alla Blizzard: “chiaramente non hanno ancora superato il conflitto edipico della fase genitale”

 

Aggiornamento 12/03/’16

Stand against darkness.jpgStand Against Darkness: Evoca cinque 1/1 reclute mano d’argento. Nuova carta, stessa ambientazione! Sembra rivelarsi sempre più cruciale la lotta tra bene e male, tra puro e corrotto per questa nuova espansione! Per combattere la dilagante corruzione nel mondo di Hearthstone potremo fare affidamento a ben 5 pedine recluta mano d’argento. La prima carta con cui viene da fare paragoni è chiaramente Adunata Militare che è sicuramente più efficiente. Ma è anche più efficace?
Stand Against Darkness potrà essere sfruttata con il Quartiermastro in Wild o in Standard con il Gigante di Mare e, al momento, con il Lanciatore di Coltelli (anche se probabilmente verrà nerfato).

esperto di caccia neptulon scd

 

 

 

Un’altra notizia flash è quella della decisione Blizzard di nerfare l’Esperto di Caccia!

 

 

 

 

 

 

Aggiornamento 13/03/’16

Hogger, the scourge of elwynn

 

Hogger, Doom of Elwynn: Quanto questo servitore viene danneggiato, evoca una 2/2 gnoll con provocazione. E’ arrivato anche il fratello cattivo (che poi lui a parer mio era già abbastanza cattivo) di Boccalarga. Leggendario, presenta un effetto un poco differente, per molti versi simile al Patron, potrebbe rivelarsi una carta molto utile per alcune combinazioni Warrior ma come leggendaria neutrale, in un mazzo casual, continuerei a preferirgli Boccalarga

 

 

Aggiornamento 14/03/’16

spoiler giant sandwormGiant Sandworm: se questo servitore attacca un’altro servitore e lo uccide può attaccare nuovamente. Per i più anziani come me, questo verme non potrà far altro che ricordarci i Tremors, vermoni giganteschi che macinavano chilometri e vittime sotto il deserto. Il potere del Giant Sandworm è unico ed in pratica gli consente di stendere servitori nemici a più non posso, rendendolo così da solo un board removal. Essendo bestia poi ha la qualità di entrare in combinazione con molte carte tra cui Ira Bestiale e Stalliera, due carte che la rendono una macchina da guerra infermabile come avrete capito. L’unica pecca è l’eccessiva lentezza, in quanto dopo essere entrata il nemico ha a disposizione un turno intero per potercela stendere e il verme non dispone di alcuna tecnica di sopravvivenza (vedi rantolo di morte o scudo divino o altri simili). Giocarlo con un Rinoceronte Furioso in campo potrà essere un’ottima mossa, in conclusione sono fiducioso!

 

eater of secrets

Eater of Secrets: distruggi tutti i segreti nemici, prende +1/+1 per ognuno. Tutti stavamo aspettando qualcosa da giocare contro Secret Paladin ed alla fine è arrivata. Vedersi scendere in campo lo Sfidante Misterioso e conseguente albero di natale non sarà più una dannazione se terrete in mano questa carta: il vostro turno entrerà in gioco distruggendo tutti i 5 segreti del paladino come una 7/9. Una carta a mio avviso troppo testa o croce, che si ritrova ad essere pressoché inutile in certi match up ma esageratamente forte in altri. Sicuramente qualcosa contro il Secret Paladin serviva ma non era questa la carta che mi sarei immaginato, in ogni caso, indubbiamente potente.

 

Aggiornamento del 15/03/’16

klaxxi amber-weaver

Klaxxi Amber-Weaver: se il tuo C’Thun ha minimo 10 d’attacco, prende +5 salute. Una nuova carta, una nuova combinazione con C’Thun, tutta per il Druido: questa carta però non fa in modo di rendere più forte C’Thun stesso, come le precedenti due, bensì si presenta come 4/10 nel caso in cui C’Thun sia stato potenziato per un totale di almeno +4 attacco. Sicuramente  4/10  sono statistiche formidabili e senza alcun potenziamento, rimane pur sempre uno Yeti di Ventofreddo. Osservando una carta del genere, specialmente di classe, non possiamo far altro di immaginare che arriveranno ben presto una miriade di carte in sinergia con C’Thun.

 

Aggiornamento del 17/03/’16

e536b6c91-221x300

 

C’Thun’s Servant: Scudo divino, Grido di battaglia: dai al tuo C’Thun +2/+2 (ovunque esso sia). Sono arrivate due nuove carte, ed ambedue giocano in funzione di un possibile C’Thun deck. Questa, in particolare, è una carta già di per sé discreta (vedasi Crociata Scarlatta), ed in più presenta un buon potere in sinergia con il nostro polipone nascosto. Che dire, è una carta sicuramente valida!

 

 

 

ancient shieldbearer

 

Ancient Shieldbearer: Grido di battaglia: se il tuo C’Thun ha almeno 10 d’attacco guadagni 10 armatura. Se il grido di battaglia si attiva, la carta è devastante. A costo 7 un 6/6 che ci consegna 10 armatura, 20 in combinazione con Brann Barbabronzea di decimo turno, diventando un  Reno Jackson. Se il grido di battaglia non si attiva però, le sue statistiche, visto il costo, sono davvero povere. E’ la seconda carta di classe che vediamo in combinazione con C’Thun, evidentemente la Blizzard ha intenzione di farne almeno una per classe…

 

forbidden flame spoiler

 

Forbidden Flame: Spendi tutto il tuo mana. Infliggi altrettanti danni ad un servitore. Una meccanica completamente nuova, mai vista su Hearthstone. Così a caldo, mi sembra di essere di fronte alla migliore rimozione del Mago mai vista. E’ in grado di rimuovere qualsiasi servitore con facilità disarmante e nello stesso tempo in grado di poter essere calata a qualsiasi turno di gioco rivelandosi sempre utile per quel turno. D’altra parte però l’efficenza è minore rispetto alle magie tradizionali, infatti per fare un semplice confronto, con 4 mana non farà 6 danni come faceva la nostra amata Palla di Fuoco, ma ne farà solamente 4. E ancora, se vogliamo prima rimuovere un servitore con questa carta e poi giocare qualcos’altro non potremo farlo! Potremo fare solo viceversa ma questo potrebbe non essere sempre la mossa esatta. Concludendo, chiaramente le sue debolezze le ha, debolezze che la Blizzard avrà ponderato per bene, ma ad un primo sguardo, dà l’impressione di essere fortissima.

forbidden shaping spoiler

 

Forbidden Shaping: Spendi tutto il tuo mana. Evoca un servitore casuale che costa tanto mana quanto quello speso. Una carta interessante per il prete, capace di evocare un servitore in qualsiasi turno e a fagiolo con la tua curva di mana. Indubbiamente, se evoca il servitore giusto, è una carta fortissima, grazie alla sua versatilità. D’altra parte è in grado di evocare ciofege pazzesche e per questo il suo power level a mio avviso cala. In conclusione direi che non bisogna farsi troppe aspettative su questa carta, potrebbe essere forte, ma un po’ troppo casuale per i miei gusti personali… Ma se vi piace il brivido, senza dubbio è la carta che fa al caso vostro!

 

 

Aggiornamento del 18/03/’16

forbidden healing spoilerForbidden Healing: Spendi tutto il tuo mana. Guadagna vita per il doppio del mana speso in questo modo. La terza carta a costo zero con la stessa dinamica, ne vedremo presto una per classe? Questo non è chiaro, ma è chiara invece la potenza della suddetta carta! Come le precedenti due ha la caratteristica di essere versatile, ma d’altronde meno potente rispetto alle cure tradizionali. Il suo pregio migliore è la possibilità di usarla in late game e guadagnare una caterva di vite, diventato un vero e proprio sostituto di Reno Jackson. Di decimo turno infatti al costo di 10 mana potremo guadagnare ben 20 vite! Stiamo attenti però, perché per guadagnarle dovremo saltare completamente il turno (spendendo tutto il mana) cosa che invece Reno non avrebbe fatto, dandoci la possibilità di giocare una carta a costo 4 oltre a lui. In compenso però, la Forbidden Healing ci dà la possibilità di giocare un mazzo control in x2, finalmente!

Aggiornamento del 21/03/’16

herald volazjHerald Volazj: evoca una 1/1 copia di ogni altro tuo servitore. Nuova leggendaria, nuova carta per il prete dal nome impronunciabile. Un effetto incredibile a prima vista, un po’ meno se lo si analizza a fondo ma comunque un buon effetto! Partendo dalle statistiche, possiamo dire che 5/5 è sempre una bell’accoppiata che caratterizza poche carte, in secondo luogo, il costo di mana 6 è adeguato. L’effetto, che può essere semplicemente metti in campo qualche pedina 1/1, può trasformarsi in un effetto letale nel caso in cui si copino delle carte dagli effetti statici o rantoli di morte molto forti, vedasi Segatronchi Pilotato, Ragnaros, Ysera e compagnia bella. Una carta buona, ma sicuramente non OP, da tenere in considerazione.

 

infested tauren

 

Infested Tauren: provocazione. Rantolo di morte: evoca una melma 2/2. Ecco qui un’altra carta “infestata” o “corrotta”, il nostro Tauren si è votato al male ed ora ha orribili tentacoli che gli consentono, una volta morto, di lasciare un piccolo ricordino sul campo. Una resilienza interessante, delle statistiche un po’ bassine, in molti sono sfiduciati dalla sua possibile forza, sicuramente in arena sarà una carta valorosa ma in costruito difficilmente vedrà gioco. Un vano tentativo di rimpiazzare lo Sputafango in standard.

 

 

doom spoiler

 

Doom!: distruggi tutti i servitori, pesca una carta per ognuno. Una bella rimozione di massa, di quelle vecchio stile che non guardano in faccia nessuno. Al costo di 10 mana (un intero turno di gioco) ci permette di ripulire il campo e rimpinguare la nostra mano. Carta interessante che potrebbe rivelarsi buona in molte situazioni, ricordiamo però che il “pesca una carta per ognuno” non è sempre un vantaggio, in quanto in control, magari già con la mano piena e la fatica che si avvicina, potrebbe rivelarsi un arma a doppio taglio. Comunque, da seguire!

 

 

Aggiornamento del 27/03/’16

n'zoth's tentacle

 

N’Zoth’s Tentacle: rantolo di morte: infliggi 1 danno a tutti i servitori. Carta agile, poliposa come molte altre di questa serie, le sue statistiche sono basse ma colmate da un ottimo rantolo di morte, in grado sia di uccidere minion deboli ma fastidiosi (come i classici 2/1 a costo 1), sia di finire o indebolire i minion sul campo di gioco, che, infine, attivare le nostre rage o i nostri Patron in un mazzo Warrior. Carta senz’altro interessante che vedrà gioco!

 

 

 

hallazeal the ascendedHallazeal the Ascended: quando una tua magia infligge danno, guadagna altrettanta salute. Una nuova leggendaria per una classe un po’ particolare, lo Sciamano. Come sappiamo il suo potere eroe non è tra i migliori e spesso si è trovato a ridosso delle classi peggiori di Hearthstone, di conseguenza la Blizzard ha iniziato a sfornare per questa classe carte che sarebbero risultate broken per altre. In questo caso ci troviamo di fronte ad una carta che per 5 mana si porta appresso statistiche molto interessanti (4/6, particolarmente resistente quindi), inoltre, il suo potere, molto adatto per un mid-range, permette degli ottimi come-back in late game: immaginate di giocarla contro aggro, dopo 9 turni sotto pressione e ridotti a 5 vite, la buttate sul campo e stendete 3 minion del vostro avversario con Getto di Lava e doppio Fulmine Biforcuto! Una strage! Uccidereste 3-4 minion e portereste a casa 14 vite tornando a 19, insomma, contro aggro avreste praticamente vinto la partita! A mio avviso quindi molto forte, in grado di sinergizzare alquanto bene con i sovraccarichi, la infilerò nel mio prossimo mazzo!

 

n'zoth's first mate

N’Zoth’s First Mate: grido di battaglia: equipaggia un’arma 1/3. Se prima avevamo di fronte una parte del corpo di N’Zoth, ora ci troviamo a valutare un suo fiero compagno… ma a poche carte di distanza si nasconde proprio lui, il vero N’Zoth! Quindi abbiate pazienza… Parlando di questa carta invece, ci troviamo di fronte ad un minion del guerriero, pirata (forse vedremo la loro rinascita in questa espansione?), che ci equipaggia con un’arma simpatica, non troppo forte, ma senz’altro utile. Vista così non risulta troppo forte, possiamo aspettarci qualche sinergia con altri pirati?

 

 

errante senzavolto

 

Errante Senzavolto: può tornarci utile per copiare giganti vari, nostri ma non del nostro avversario. Difficilmente giocabile in curva e quindi sconsigliato per un aggro, non potendo copiare minion nemici diventa anche poco utile per determinati mazzi control. Potremo fare affidamento quindi unicamente sulle nostre risorse, da giocare se abbiamo dei bei servitori ciccioni! Nei mazzi lock spesso avremo da preferirgli servitori più utili. In conclusione nulla di che.

 

 

 

trafficante di sepulcra

 

Trafficante di Sepulcra: eccoci di fronte ad una rara molto forte, che forse rischia, sotto sotto, di essere broken. Sebbene il suo potere sia molto casuale (lode al dio RNG), le sue statistiche decenti (ma non formidabili visto che conosciamo gente come il Lanciatore di Coltelli aka mettiti una mela in testa), risulta essere una carta estremamente forte. Ricordiamo inoltre che appartiene alla classe del Ladro.

 

 

 

 

n'zoth

 

N’zoth: siamo arrivati al suo turno, finalmente. Una nuova leggendaria, con un costo incredibilmente alto: 10 mana. Le sue statistiche, molto al di sotto della media, sono in realtà un caro prezzo da pagare a causa del suo strabiliante grido di battaglia: rievoca sotto il tuo controllo tutti i tuoi servitori con rantolo di morte morti in questa partita. Mi sembra di vedere una nuova Alba dei Murloc Viventi. Questa in realtà non potrà uccidere il nostro avversario in un sol turno, vista l’assenza di carica (e questo è senz’altro un bene!), ma metterà in campo un manipolo di servitori molto più duraturi piuttosto che quei fragili (ma che si potenziano vicendevolmente) murloc. Avremo il campo pieno di non morti, pronti a servirci ancora, per una seconda volta, al loro prossimo decesso! Che dire, credo che si rivelerà una carta formidabile.

renounce darkness

 

Renounce Darkness: sostituisci il tuo potere eroe e le carte dello Stregone con carte di un’altra classe, queste costano 1 in meno. Iniziamo con il dire che, sebbene l’idea sia buona, odio completamente questa carta! Un’ulteriore spinta della Blizzard sul fattore RNG, fattore che non sembra affatto estraneo a questa serie. Sicuramente potrà essere una carta buona se sfruttata in mazzi aggressivi e accompagnata dalle giuste carte neutrali (che ricordiamo non verranno sostituite).

 

 

 

the boogeymonster

 

The Boogeymonster: quando questo servitore attacca e uccide un altro servitore, prende +2/+2. Ingiocabile, terribile, oscena. Abbiamo di fronte uno spaventoso servitore, non tanto per l’aspetto, quanto per la sua ridicola forza. Non credo che esista leggendaria più inutile e scarsa del suddetto. Lento, resilienza pari a zero, assolutamente da scartare! La carta più scarsa del set fino ad ora.

 

 

 

 

brood of n'zoth

 

Brood of N’Zoth: rantolo di morte: dai ai tuoi servitori +1/+1. Siamo di fronte al polipo destro di N’Zoth, idea interessante, ma difficilmente sfruttabile. L’effetto sarebbe utile in un aggro, ma spesso la tua board sarà spazzata via tutta insieme da un board removal e soprattutto, il nostro avversario non rimuoverà mai questo polipetto se può uccidere altri nostri minion. Avesse avuto provocazione sarebbe stato sicuramente una buona carta, ma in queste condizioni lo sconsiglio vivamente. Si potrebbe pensare ad un suo inserimento in uno N’Zoth deck, perché una volta che giocheremo N’Zoth rianimando Brood of N’Zoth e riempendoci il campo di molti altri simpatici servitori sarà una bellezza vedercelo morire di fronte.

xarilpoisonedmind

 

Xaril, Poisoned Mind: grido di battaglia e rantolo di morte: aggiungi una Toxin casuale alla tua mano. Leggendaria per il ladro, art molto intrigante ma effetto da dimenticare. Perché dico questo? Partendo dalle statistiche, 3/2 per 4 mana, ci troviamo di fronte ad un pessimo body (solitamente per un 3/2 spendiamo 2 mana). Le tossine che ci aggiunge alla mano sono appena più utili di un congegno, ma nulla di più, un servitore molto simile e poco forte è Toshley, carta che si avvicina a Xaril  ma che è anche generica. Concludendo non confido molto nelle sue potenzialità, ma sembrerebbe utile per mazzi come il Miracle.

 

 

tentacles-of-armsTentacles for Arms: rantolo di morte: torna in mano. Carta bistrattata da tutti quanti online è a mio avviso un’arma molto interessante. Il costo rispetto alle statistiche non è per nulla adeguato, certo, ma l’effetto è potenzialmente bestiale. Un’arma che ti torna sempre in mano, sia se distrutta, sia quando questa finisce la sua integrità. Cosa vuol dire? Una rimozione infinita di servitori, soprattutto contando che si trova in una classe come il Guerriero, in grado di fare chili di armatura, acciaio che potremo sfruttare per guadagnare chili di vantaggio carte. Altra cosa interessante, siamo di fronte ad una carta che rappresenta un reach eterno, averla in mano è come avere il potere del cacciatore a 0,5 mana in più (2 colpi del cacciatore ci costerebbero 4). Con questo non dico che sarà sicuramente forte, ma semplicemente che mi trovo molto in disaccordo con il parere generale che la vede come ingiocabile. A mio avviso potrebbe trovare la sua fortuna.

infest

Infest: dai ai tuoi servitori “rantolo di morte: aggiungi una bestia casuale alla tua mano”. E con questa carta mi mandano davvero in bestia casuale. La Blizzard, a non volersi smentire, ci conferma ancora che l’RNG sarà il vero protagonista della tanto attesa modalità standard. Parlando della carta, il costo di mana 3 è sì adeguato, ma comunque la rende una carta lenta, ma che si trova in combinazione fantastica con Sguinzaglia i Segugi. Di turno sei, se il campo del nostro avversario sarà ben fornito, ci potremo assicurare tanti bei cani e tante belle nuove carte in mano, soprattutto ricordate, tante bestie! Fondamentali per le nostre sinergie.

Aggiornamento del 02/04/’16

Lightlord, ragnaros

 

Ragnaros, Lightlord: sono uscite molte carte nel frattempo, ma questa è sicuramente la più succulenta! Una versione angelica del nostro conoscente Ragnaros. Sicuramente una leggendaria da tener d’occhio, sia grazie alle sue grasse statistiche, sia per la sua immediata presenza in campo: calarlo non possedendo altri personaggi feriti se non il nostro eroe significa guadagnare 8 vite, fondamentale in un Paladin Control.

 

 

 

 

cult apothecaryCult Apothecary: ancora vite, una nuova carta. Il costo è lo stesso di un Curabot Antico, le statistiche superiori, l’effetto dipende! Sicuramente utile a rimpiazzare il robottino da discarica (visto che dovremo dirgli addio per lo standard), ma non sono certo che rappresenti una valida alternativa. Sarà spesso necessario usarlo in combinazione con una qualche altra carta per fermare i minion avversari se vorremo davvero salvare la pelle! Non male in un ipotetico mazzo cacciatore control insieme a Sguinzaglia i Segugi: per 8 mana potremo guadagnare tante vite e piazzare in campo altrettanti cani, anche in grado di rimuovere i piccoli minion nemici.

 

mukla

 

Mukla, Tyrant of the Vale: ecco qui una leggendaria davvero brutta. E’ una bestia, questo è vero, ma ciò non la salverà dalla pubblica gogna. Per 6 mana un 5/5 e due banane è davvero poca cosa, soprattutto per una rarità del genere… sempre meglio del Boogeymonster però.

 

 

 

 

 

Aggiornamento del 05/04/’16

shadow word fear

Shadow Word: Fear: distruggi tutti i servitori con 2 o meno d’attacco. Un removal di massa criteriale, carta interessante! Il costo 4 ci porta inevitabilmente a compararlo con Consacrazione. Beh, contro aggro, Consacrazione è nettamente più forte: distruggete qualsiasi minion nemico e gli sparate anche 2 danni in faccia. Questa carta invece, si rivela più utile quando vogliamo andare ad uccidere minion insidiosi con basso attacco ma alta salute come Signore della Morte o l’insidiosissimo Capobanda Imp. In conclusione, ho dei dubbi sulla sua forza, ma sicuramente è da provare!

 

 

mark of y'shaarj

 

Mark of Y’Shaarj: dai ad un servitore +2/+2, se è una bestia pesca una carta. Molto simile a Marchio Selvaggio, questo tenta di rilanciare il beast Druid deck. A mio avviso, in termini di potenza, non si discosta molto dalla sua controparte buona, ma ricordiamo che pescare una carta è generalmente molto più efficiente di dare provocazione; ciò ci fa sicuramente ben sperare!

 

 

 

 

 

nightmare dragon

 

Nightmare Dragon: all’inizio del tuo turno raddoppia l’attacco di questo servitore. Una delle più brutte carte del set (rispetto alla sua rarità), il nostro drago degli incubi è forse più lento di un trattore in autostrada. Non male in arena, si rivela una carta davvero brutta per il constructed. L’unica consolazione è rappresentata dal fatto che essendo Drago, ci consente di attivare alcune sinergie.

 

 

 

Aggiornamenti successivi

steward of darkshire

 

Steward of Darkshire: quando evochi un servitore con 1 di salute dagli scudo divino. Il potere di questa carta si traduce in pratica come: “rendi fastidiosissime le formiche che evochi”. Una carta che non è per nulla male, che di base ci dà scudo divino a tutte le reclute. Poi, potremo sfruttare il suo potere con tutte quelle fragili carte con 1 di salute, o magari sarà utile a rendere ancora più insidiosi gli Gnomi Contaminati in aggro!

 

 

 

635950232297863601

 

Cabalist’s Tome: aggiungi 3 magie casuali del Mago alla tua mano. Come molti avranno capito, non si tratta di una carta che fa al caso di mazzi rapidi come il Tempo Mage o qualunque aggro, per i quali è molto più efficiente pescare carte che usare la risorsa tempo per crearle. Questa magia è infatti votata a quei mazzi che traggono enorme vantaggio dal GENERARE carte, ovvero quei deck che giocano sulla fatica come Reno-Mage e Fatigue Mage (archetipi tuttavia svantaggiati per l’imminente scomparsa di alcune carte chiave).

 

 

skeram cultist

 

Skeram Cultist: grido di battaglia: dai al tuo C’Thun +2/+2 (ovunque esso sia). Il numero di carte che potenziano il primo Old God aumenta ancora con questo minion dotato di un ottimo body e quindi di una buona giocabilità; ma la vera domanda è: le carte che pompano il nostro C’Thun, sono già abbastanza per farlo arrivare ad attivare le sinergie che abbiamo visto (10 di attacco); varrà la pena occupare spazio nel deck che potrebbe sicuramente essere riempito con drop a 6 decisamente migliori?

 

 

y'shaarj

 

Y’shaarj: alla fine del tuo turno, mette sul campo un servitore casuale dal tuo mazzo. Ecco qui il terzo Old God; fra tutti il più massiccio per statistiche. Questa leggendaria è stata paragonata da molti a Varian Wrynn e reputata ad esso inferiore, tuttavia non sono carte così simili: Varian trae “valore” dal fatto che i deck sono solitamente costituiti da minion di diverso calibro (piccoli e grandi) mentre Y’shaarj lavora meglio quando si hanno pochi ma forti servitori nel mazzo. Bisogna inoltre ricordare che non attiverà effetti di fine turno come ad esempio quello di Ragnaros, the Firelord. Ciò che possiamo affermare con sicurezza è che sarà una vera bomba in arena, sia per statistiche che per effetto.

messaggera antica

 

 

Messaggera Antica: all’inizio del tuo turno, mette nella tua mano un servitore casuale da 10 mana dal tuo mazzo. Statistiche mediocri per il costo ma con un effetto abbastanza buono, non ottimo per la sua poca immediatezza in quanto dovrà sopravvivere al turno avversario, il quale potrà decidere di distruggerla oppure organizzarsi per la minaccia incombente; in sostanza non una grande carta.

 

 

vilefin inquisitor

 

Vilefin Inquisitor: grido di battaglia: il tuo potere eroe diventa “evoca un 1/1 Murloc”. Non il murloc che tutti ci aspettavamo, infatti non utile per l’Alba dei Murloc Viventi, ma comunque un buon effetto e un buon body considerando il suo costo. Evocare murloc anziché reclute ci farà perdere alcune sinergia ma guadagnarne altrettante; troverà spazio nel meta un mazzo murloc? avremo la risposta alla fine dello spioler.

 

 

thing from below

 

Thing from Below: provocazione, costa 1 mana in meno per ogni Totem che hai evocato in questa partita. Un’ottima carta per lo sciamano, soprattutto in un midrange. Ricordiamo che oltre al potere contiamo anche i totem giocati dalla mano come ad esempio Totem Golem, oppure carte che ne evocano altri, Tuskarr Totemic. Ipotizzando una buona partenza con queste carte appena citate, Thing from Below si rivela adatta per entrare in campo intorno al turno 5-6, ma anche più tardi può comunque far bella figura calandosi gratuitamente e lasciare libero il mana per altro. Per concludere: forte ma comunque bilanciata.

 

master of evolution

Master of Evolution: grido di battaglia: trasforma un tuo servitore in uno casuale che costa 1 mana in più. La classe dello Sciamano ha fatto tombola con questo servitore; tra le persone che hanno partecipato alla sua valutazione, ben il 71% ha votato  “protagonista del meta” (il più alto),  lo 0% “scarsa” , lo 0% “dusty”. Sembra naturale che nessuno abbia valutato in quel modo la carta ma si tratta di un evento singolare! Definita sull’orlo dell’illegalità da tutti i “pro-player” che l’hanno recensita, possiede un solido body e un eccitante grido di battaglia che potrà salvare un vostro servitore in pericolo e renderlo addirittura più forte di prima. Anch’essa perfetta in un midrange è un annuciato staple dello Sciamano.

 

ravaging ghoul

 

Ravaging Ghoul: infliggi 1 danno a tutti gli altri servitori. Buon servitore per il Guerriero, attiverà un Turbine all’entrata in campo, infatti gode già di attenzioni da parte degli amanti del Patron. Potenzialmente utile anche come rimozione contro qualche board fastidiosa dei solito sospetti (Paladin, Hunter, Warlock).

 

 

 

 

 

Blood of The Ancient One: se controlli 2 copie di questo servitore alla fine del tuo turno, fondili in “The Ancient One”. Ecco qui il rimpiazzo di Thaddius! Beh le statistiche non sono proprio la stessa cosa, The Ancient One è 3 volte più grande ed infatti decisamente più difficile da chiamare rispetto a Thaddius; dovremo evocare e far sopravvivere un Blood  fino al successivo turno in cui potremo giocare l’altro. Ovviamente se mai qualcuno volesse giocarlo lo farà certo con l’aiuto del Faceless Manipulator, ma anche ammesso di fare ciò, una 30/30 per quanto enorme non può nulla se l’avversario sa già come rimuoverla; la fatica fatta sarebbe inutile… proprio come il suo precursore, niente di che.

 

keeper of the swamp

 

Keeper of the Swamp: scegli uno: evoca una 2/2 melma; o guadagna un cristallo di mana vuoto. Il primo effetto è preferibile in situazioni in cui abbiamo bisogno di presenza in campo, come quando affrontiamo un aggro che non riusciamo a tenere a bada. Quando invece non siamo in difficoltà sulla Board, Keeper of the Swamp ci permette anche di “rampare” con il suo secondo effetto. Per concludere: una carta davvero versatile.

 

 

 

 

twilight hammer

 

Twilight Hammer: rantolo di morte: evoca un 4/2 elementale. Nuova arma per lo Sciamano, è sicuramente orientata verso il midrange o control poiché in aggro non può reggere il confronto con Doomhammer. si tratta quindi un una rispettosa rimozione che alla sua morte ci lascierà una presenza in campo che l’avversario non potrà ignorare. Potrebbe senza problemi trovare il suo posto in costructed.

 

 

 

call of the wild

 

Call of the Wild: evoca tutti e 3 i compagni animali. Sembra evidente, per il suo costo, che non sia adatta a mazzi molto rapidi come il Face Hunter; non è chiaro nemmeno quanto possa giovare ad un control… in effetti il posto più adatto a questa grossa magia sembrerebbe essere il midrange. Huffer, Misha e Leokk vengono evocati sul campo, dandoci una sostanziosa presenza con tanto di 5 danni immediati e una provocazione solida. Dovremo aspettare di più per definire meglio il destino di questa carta; il progetto Rexxar è ancora pieno di incognite…

 

 

blood warriors

 

Blood Warriors: aggiungi una copia di ogni tuo servitore danneggiato alla tua mano. Tutti sappiamo quanto sia tornato in auge il Control Warrior; grazie al suo potere sa ottenere un enorme vantaggio vite; grazie alle sue efficaci armi e rimozioni sa come tenere sotto controllo la board; ed ora l’ultimo pezzo del puzzle… il vantaggio carte! Siamo davanti all’Eco di Medivh per il guerriero. Questa è una carta che vince potenzialmente contro tutti gli altri control e sicuramente è utile anche per altri match-up. Alcuni sostengo che sia stato un errore donare questa carta a Garrosh… staremo a vedere!

 

togg-saron

 

Yogg-Saron: Finalmente rivelato l’ultimo degli Old Gods! Al medesimo costo dei suoi fratelli, possiede il body più debole, ma un effetto da far sudar freddo anche il più impassibile dei giocatori. Ricordiamo che questo grido di battaglia potrebbe sia farci vincere la partita, che perderla! Infatti potrebbe tranquillamente “buffare” i minion dell’avversario e spararci una Pirosfera in faccia. Con quest’ultima divinità dell’RNG, la Blizzard ha voluto nuovamente premiare il caso; molti sostengono che sia semplicemente una carta “for Fun” e che non vedrà uno straccio di gioco (probabilmente hanno ragione).

 

follia incontrollata

 

 

Follia Incontrollata: infligge 9 danni suddivisi casualmente tra tutti i personaggi.  Una vera pioggia di danni! Anche Avenging Wrath è stata corrotta. Non è chiaro in che tipo di deck può essere utile questa magia dello Stregone, sta di fatto che una volta lanciata non si sa a chi è davvero convenuto; potrebbe ritorcersi contro anche al suo padrone. Sembrerebbe comunque una buona rimozione contro una board pieni di piccoli servitori.

 

 

Cho'Gall

 

Cho’Gall: grido di battaglia: la prossima magia che giochi questo turno costa salute invece di mana. Fuori anche la leggendaria per lo Stregone, il famoso gigante a due teste di World of Warcraft farà parte delle fila di Gul’dan. Solido drop a 7, possiede un effetto  singolare che però ci lascia l’amaro in bocca… limitare l’effetto ad una sola magia ci sembra riduttivo e noioso; non sarebbe stato molto più interessante ed in linea con il Warlock se fosse valso per tutte le spell finché rimane in campo? Sarebbe forte, ma comunque piuttosto bilanciato per la pericolosità di sottrarsi molta salute. Così come ora ci sembra una leggendaria di poco conto, solo un’ombra di quello che poteva essere.

 

possessed villager

 

Possessed Villager: rantolo di morte: evoca una 1/1 bestia d’ombra. Diciamocelo, non è affatto come l’Hauted Creeper ma avevamo già messo in conto che le carte di Nax fossero le migliori. Sembrerebbe comunque un ottimo servitore per lo Zoo, lasciandoci una minima presenza in campo alla sua morte.

 

 

 

 

wisps of the old gods

 

Wisps of the Old Gods: scegli uno: evoca sette 1/1 Fuochi Fatui; o dai ai tuoi servitori +2/+2. Viene naturale confrontare questa nuova magia del Druido con Sussurri Fatui, la quale costa 1 in meno. Quale conviene tra le due? ovviamente dipende; se abbiamo solo un paio di minion in campo opteremo per quest’ultima (+5/+5 e taunt), ma dare +2/+2 ai nostri servitori, se ne abbiamo abbastanza, può significare la vittoria. Inoltre riempire la nostra board di 1/1 può essere utile in fase di controllo, soprattutto se il turno seguente peschiamo Savage Roar!

 

 

soggoth the slitherer

 

Soggoth the Slitherer: provocazione, non può essere bersaglio di magie o poteri eroe. Ecco qui l’ottava di dieci leggendarie neutrali previste. Non un body ottimo per quei 9 mana, ma a giustificare questo costo ci pensa il suo effetto! Soggoth è intoccabile; dovrete buttarlo giù di trade o di big AoE, o al limite di Rend Manonera… una buona carta in arena ma forse non abbastanza per il costructed.

Annunci

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...